Faccio un giro sulla mia vita. Poi Torno!

Faccio un giro sulla mia vita. Poi Torno!

05 dicembre, 2017

Matriculae o Mariegole


Il nostro Comune ha approvato recentemente il nuovo regolamento per la Concessione di isole, mote e casoni soggetti a uso civico che mette ordine all' utilizzo del bene Laguna da parte dei cittadini concessionari, seguendo, in questo esercizio delle regole, la tradizione veneziana che di Laguna se ne intendeva sicuramente.

In età ducale la pesca e la caccia costituivano le attività economiche che fornivano l’alimentazione prevalente dei veneziani.
Per questo tipo di attività produttive, destinate alla soddisfazione dei bisogni alimentari della popolazione, le autorità veneziane misero progressivamente a punto non solo forme di controllo e di regolamentazione, ma esercitarono anche, almeno per la pesca, uno sforzo di indirizzo e di sfruttamento razionale delle risorse.

La gestione di queste attività, un tempo molto attenta, era affidata alle


matriculae o “mariegole”

Nel XIV secolo tutto ciò che riguardava la laguna, i lidi, i porti e i fiumi
veniva definito dal Consiglio dei X e talvolta dal Senato, previa la
discussione tecnica affidata ad alcuni collegi provvisionali
, chiamati :



“Savisopra la laguna” o “provveditori alle acque”.


Dal Consiglio dei X furono anche creati Cinque Savi sopra le mariegole e ogni volta che il caso lo richiedeva, venivano introdotti nell’assemblea i:


 «sensati vechi et pratici pescadori».

La Repubblica rivolse anche una particolare attenzione agli strumenti
utilizzati per la pesca e specialmente alle reti, tanto che queste erano
sottoposte a bollatura da parte dell’Ufficio della Giustizia Vecchia e
dovevano avere lunghezza e maglia uguali al modello depositato presso i
Provveditori di detto Ufficio.


Un  interessante ed intelligente esercizio del buon governo nel mondo antico lagunare veneziano, con regole che venivano applicate con ferocia anche se avversate, e che toccava anche il nostro piccolo mondo perchè comprendeva anche la nostra Laguna.

Giusto per non farla troppo lunga, la chiudo qui, ma una piccola considerazione da fare è necessaria:

le regole, se applicate, portano a futuro, l'anarchia e far ognuno per se porta al disastro. 
Share/Bookmark

Nessun commento: