Faccio un giro sulla mia vita. Poi Torno!

Faccio un giro sulla mia vita. Poi Torno!

19 novembre, 2017

Osteria, La de Tanori


La vita di un tempo a Grado era molto semplice e i suoi ritmi scanditi dal lavoro duro, che fosse in mare per gli uomini o in casa per le donne.
La domenica, dopo messa, la riga di demarcazione tra mondo maschile e mondo femminile sprofondava.
Gli uomini in Osteria e le donne a giocare la tombola, due mondi che non si toccavano, in mezzo i bambini, unici a poter entrare ed uscire dai due mondi.

Questa scenetta descritta magistralmente da Massi "Tachelo" Cicogna, riporta indietro nel tempo:



In ostaria
Quela volta l’ Ostaria de Tanori la gera in Savial là che adesso ze un picolo bar.
Me de picolo vevo una bela vose e la domenega, co ’ndevo a veghe de gno pare, duti i omini che i gera drento i me feva cantà sta canson,  cussì me ciapevo gargossa.

quando gno pare pesteva gno mare
scani e carieghe solteva per aria
e me credevo che fossa alegria e
in compania soltevo anche me

Dopo i me mandeva a veghe là de le femene che le zugheva a tombola, per fale rabià.
Ogni volta l’ amia Arminia co la me vegheva la me sigheva:
“va a remengo, viso de ladro”.
Ma co i passeva la gera la prima a ciamame e la me mandeva sempre a zugai al loto.
Una volta la situassion la se veva invertio, l’ amia Arminia la me ciama:
“ sinti, quii schifusi omenati ‘nbriaguni i te manda sempre qua a tone la vita e magari i te da anche gargossa, ze vero?”
me i rispondo:
“si, amia Arminia, tante volte m’he ngrumao cinque lire cussì i le porto a gno mare”.
Ela la me fa:  
“Adesso tu dovavaravi fame un piasser e dopo de dago do lire e un toco de pan:
Va la Tanori e tu sighi:
“porchi de ‘nbriaguni, co ‘ndè a casa ve le ciapè de le femene”.

Me son ‘ndao  e he fato cussì comò che gero comandao, ma ili, i omini, invesse de sigame, i me ciapa in brasso, i me issa sora una tola e i me fa cantà:

  quando gno pare pesteva gno mare
scani e carieghe solteva per aria
e me credevo che fossa alegria e
in compania soltevo anche me


cussì in una domenega sola vevo ciapao quasi al dopio.

Share/Bookmark

Nessun commento: