Faccio un giro sulla mia vita. Poi Torno!

Faccio un giro sulla mia vita. Poi Torno!

18 agosto, 2017

Tu faravi megio a ‘ndà pian.




Queste sono giornate convulse.

Da un lato gente in ferie che vuole sfruttare ogni singolo secondo che sta qui da noi ospite e nel farlo si agita.
Dall' altro lato gli operatori si agitano perchè devono utilizzare il tempo che rimane della vacanza degli altri per monetizzarlo quanto più possibile.
Da tutto questo ne deriva una frenesia collettiva, è il rito della vacanza.

IO osservo (da pensionato) questi riti umani convulsi e  questo è il mio consiglio.


Tote al tò tempo 

T’ha mai vardao i fantulini in girotondo?
O sintio al rumor de la piova
O vardao al volo de una farfala?
Tu faravi megio a ‘ndà pian.
No movete cussì stieto
Tote al tò tempo .

T’ha mai dito a to figio
“lo faremo doman”
senza vardà, per premura,
al sovo dispiasser?
Tu ha mai perso un amigo
perchè no tu vivi al tempo
de dili ciao al telefono?

Tu faravi megio a ralentà
Tote al tò tempo .
Quando tu curi stieto
per ‘ndà de garghe parte
tu te perdi al gusto del viaso.
La vita no ze una corsa
ciapela pian
‘scolta la sova musica.

Share/Bookmark

1 commento:

Mario Corbatto ha detto...

Un l'à scrito che xè una granda diferensa tra le ferie dei taliani, sempre frenetiche e in serca de divirtiminti e nove esperiense a duti i costi, e quele dei tedischi, fate de timpi lunghi e dilatai, sensa nissuna fuga, mai, anche pè fà le robe più simplici...
Perché, al diseva, noltri lavoremo un ano pè podè 'ndà in ferie, ili i va in ferie pè podè dopo lavorà un ano...